Piano Annuale delle ricerche


Vai ai contenuti

Menu principale:


Effetto della diversità di lettiere miste sui processi di decomposizione.......

ECOLOGIA APPLICATA, CONSERVAZIONE E MONITORAGGIO DELLA BIODIVERSITA' 2

Area di Ricerca: Biodiversità dei Funghi

Laboratorio e Responsabile Scientifico: Biodiversità dei Funghi, PERSIANI ANNA MARIA

Responsabile della Linea di Ricerca: EFFETTO DELLA DIVERSITA' DI LETTIERE MISTE SUI PROCESSI DI DECOMPOSIZIONE IN MACCHIA MEDITERRANEA: ANALISI MODELLISTICA DEI FLUSSI DI C e N.

Partecipanti: ORIANA MAGGI, DARIO LUNGHINI, GIORGIO MORETTI

Ricerca nuova: Proseguimento di ricerca: x

Responsabile scientifico della Linea di Ricerca: ANNA MARIA PERSIANI: +39 06 49912475: +39 06 49912475 annamaria.persiani@uniroma1.it

Settori scientifico-disciplinari interessati dal programma di ricerca: BIO/03 - BIO/02

Parole chiave: BIODIVERSITA' DEI FUNGHI, LETTIERA, DECOMPOSIZIONE, CICLO DEI NUTRIENTI, MACCHIA MEDITERRANEA

Breve descrizione della Linea di Ricerca:

Le comunità microbiche degli eterotrofi del suolo mediano processi chiave che controllano i cicli del C e N nell'ecosistema e esse potenzialmente rappresentano un link tra la diversità vegetale e il funzionamento dell'ecosistema stesso. Le indagini hanno permesso di valutare l'effetto della diversità della lettiera sullo sviluppo e diversità in specie delle comunità fungine, allo scopo di fornire dati finalizzati alla validazione della modellizzazione dei flussi di carbonio e azoto in sistemi caratterizzati da lettiere miste. Lo studio è stato condotto nella Riserva Naturale di Castel Volturno (Caserta). E' stata raccolta lettiera di 4 specie (ilex, Cistus sp., Pistacia lentiscus, Phillyrea angustifolia). L'allestimento dei sacchetti di lettiera è stato effettuato con lettiere singole e con diverse combinazioni delle stesse. Le lettiere sono state collocate in situ nel 2006. Dopo l'allestimento di camere umide sono stati effettuati prelievi per la identificazione e l'isolamento in coltura pura delle specie fungine dalla pagina superiore ed inferiore delle foglie ed osservazioni stereomicroscopiche, con analisi di immagine, per valutare le modalità di colonizzazione. La ricerca finora ha permesso di determinare circa 100 specie. I dati ottenuti permetteranno di identificare le relazioni esistenti tra la qualità della risorsa, i parametri abiotici e le specie fungine, anche in termini di successione trofica.

Tipologia di Finanziamento della Linea di Ricerca: PRIN 2005. Coordinatore Naz. Stefano Mazzoleni

Pubblicazioni inerenti la Linea di Ricerca:

Rutigliano F.A., Migliorini M., Maggi O., D'Ascoli R., Persiani A.M., 2006. Changes in microfungi and fauna of burned and unburned soils in a Mediterranean area of southern Italy. Proceedings of the 5th International Conference on Forest Fire Research, Figueira da Foz, Portugal, November 27-30, 2006. ADAI/CEIF - University of Coimbra, Portugal. On CD-ROM.
Persiani A.M., Maggi O., Species-abundance distribution patterns of soil fungi: contributions to ecological understanding of their response to experimental fire in Mediterranean maquis. Mycologia (in pubbl.).
Capogna F., Persiani A.M., Maggi O., Dowgiallo G., Puppi G., Manes F.. Effects of different fire intensities on chemical and biological soil components and related feedbacks on a Mediterranean shrubland. International Journal of Wildland Fire (in pubbl.).


Litter Bags

Anungitea triseptata su lettiera di Phillyrea

Mollisia cinerea su lettiera di Quercus ilex


Torna ai contenuti | Torna al menu